La statua di Vestale del Parco archeologico del Colosseo in prestito alle Villae di Tivoli per “Eva vs Eva”. Ruota la collezione del Museo Palatino con una nuova Vestale dai depositi del PArCo

10 maggio 2019

Inaugura oggi, 10 maggio, presso l’Istituto di Villa Adriana e Villa d’Este a Tivoli Eva vs Eva La doppia valenza del femminile nell’immaginario occidentale, la mostra organizzata dalle Villae e realizzata con la collaborazione del Museo Nazionale Romano e il Parco archeologico di Pompei.

Il Parco archeologico del Colosseo partecipa all’allestimento con il prestito della statua di Vestale del Museo Palatino rinvenuta nell’Atrium Vestae alla fine dell’800 ed esposta nella Sala VI del primo piano del Museo. Al posto della Vestale – che farà parte del percorso espositivo di Eva vs Eva – il Museo Palatino arricchirà la propria collezione con la presentazione al pubblico di un’altra statua di Vestale oggi conservata nei depositi del Parco. La statua ha un legame particolare con la città di Tivoli perché è stata recentemente nel Museo della città in occasione della mostra dedicata a Cossinia, vestale di famiglia equestre, la cui tomba, unica sepoltura nota di Vestale nel mondo romano, è conservata proprio nella città tiburtina. Il prestito prosegue dunque nel segno virtuoso della valorizzazione dei reperti custoditi nei depositi museali, così come la sigla di uno speciale accordo – che risale a qualche settimana fa – con il Museo archeologico di Napoli che permesso di far tornare, dai depositi del Museo campano al Palatino dopo 300 anni, alcuni affreschi distaccati nel ‘700 da un ambiente coperto della Domus Transitoria,

La rotazione delle collezioni, oltre ad essere prevista per legge, rende un museo un luogo vivo, dinamico e partecipato – afferma Alfonsina Russo, nella doppia veste di direttore del Parco archeologico del Colosseo e di direttore ad interim del Parco archeologico di Pompei. Anche un prestito, che di fatto crea un vuoto nelle collezioni, – prosegue Alfonsina Russopuò essere l’occasione per far conoscere l’immenso patrimonio che i nostri depositi conservano e che non sempre, per mancanza di spazi ma anche di fondi, riescono ad essere inseriti all’interno dei percorsi museali. In questa direzione è stato fondamentale il lavoro di squadra dei responsabili del Museo e dell’ufficio Mostre, Federica Rinaldi, Alessandro D’Alessio e Roberta Alteri, che hanno saputo cogliere l’occasione per valorizzare il patrimonio del Parco, offrendo al nostro pubblico la possibilità di conoscere un reperto in via eccezionale, la cui riscoperta peraltro ben si concilia con i luoghi tiburtini che ospitano la mostra – conclude Alfonsina Russo.

La Vestale sarà visibile al Museo Palatino dal 10 maggio al 1° novembre 2019. La storia delle Vestali e di Cossinia sarà raccontata sul sito web del Parco www.parcocolosseo.it e sui canali social Instagram, Facebook e Twitter @parcocolosseo.

Per info e download: https://parcocolosseo.it/press_kit/la-statua-di-vestale-del-parco-archeologico-del-colosseo-in-prestito-alle-villae-di-tivoli-per-eva-vs-eva/