Protocollo d'intesa Il PArCo green

Progetto Spectio

Durante i lunghi mesi di lockdown il Parco archeologico del Colosseo si è svuotato della presenza antropica e la natura ha preso il sopravvento. Al fine di valorizzare questo patrimonio naturalistico, da divulgare mediante pubblicazioni ad hoc, laboratori didattici, visite guidate tematiche e comunicazione social, il PArCo ha attivato un protocollo d’intesa con Ornis Italica, associazione non profit già attiva da qualche anno nel PArCo per monitorare la vita dei gabbiani reali, dando vita al progetto SPECTIO.

Oggetto del presente Protocollo sono le attività dedicate allo studio dell’avifauna del PArCo, e in modo specifico al monitoraggio dei gabbiani reali. Tra le attività in programma rientrano il censimenti annuali della coppie nidificanti, il monitoraggio del successo riproduttivo, la valutazione della presenza di specie predatrici tramite apposizione di fototrappole, il monitoraggio GPS degli spostamenti di un campione di individui adulti.

Scarica il documento Progetto Spectio.

parte stipulante: Ornis Italica
stipula: novembre 2020
validità: 3 anni
protocollo: Rep. 12

Sponsorizzazione tecnica Il PArCo green

Parco Green. L'”Ambrosia del Palatino”

Con il progetto GRABees – Il Miele di Roma sono state posizionate, con la sponsorizzazione dell’Associazione di Promozione Sociale “Comitati Mura latine” – lungo il percorso sul versante meridionale del Colle Palatino all’interno del PArCo, le arnie da cui è stato possibile ricavare il miele “Ambrosia del Palatino”. Le arnie sono state posizionate ai piedi delle capanne romulee, dove ha inizio la storia arcaica di Roma, in uno dei punti più tranquilli e più suggestivi del PArCo, ricchissimo di vegetazione mediterranea. Questo ha facilitato l’ambientamento delle api e la riuscita del progetto; è stato possibile avere una produzione di buona quantità e di notevole pregio.

Scarica il documento Ambrosia del Palatino.

 

parte stipulante: Associazione di Promozione Sociale Comitato Mura Latine
stipula: dicembre 2019
validità: 1 nno prorogabile a 2 anni
protocollo: Rep. 4