Terra Cordis. Suoni a sud del mondo.

Evento

19 maggio 2018


Condividi

In occasione della Notte dei Musei, il Parco archeologico del Colosseo ha ospitato nella Basilica di Massenzio il ritmo di vibrazioni di corde, fiati e soffi che hanno cantato la tradizione e l’innovazione musicale delle terre più a sud d’Italia e del mondo. Terre infuocate dal sole, battute dal vento e bagnate dal mare. L’arpa di Giuliana De Donno ha incontrato vecchi e nuovi compagni di viaggio, intrecciando e rimescolando collaborazioni musicali come in una pozione magica. Partendo da quella in duo con la straordinaria cantante Gabriella Aiello, a sua volta voce dei mitici Tamburi del Vesuvio di Nando Citarella, il quale ha scandito con i suoi insostituibili strumenti, il ritmo del cuore del concerto. Ci sono stati poi l’organetto di Francesco Berrafato, nonché la lira, la zampogna e i fiati di Davide Ambrogio, già compagni e complici nel progetto Musaica, che si sono uniti nel cammino sonoro costellato di storie millenarie di vita, di passioni, di guerre, di sogni e di amori.