Un pomeriggio al Parco archeologico del Colosseo

Visita

1 Giugno 2020 - 31 Dicembre 2020

Colosseo, Foro Romano, Palatino


Informazioni

Ogni giorno, dalle 14.00 alle 19.15, con ultimo ingresso un’ora prima della chiusura del PArCo.

È necessaria la prenotazione online. Sono previsti controlli della temperatura corporea e di sicurezza all’ingresso. I visitatori potranno accedere indossando ognuno la propria mascherina.

Una postazione di assistenza medica è a disposizione del pubblico in piazza del Colosseo, ai piedi dell’Arco di Costantino

 

Prima della visita è possibile scaricare gratuitamente la App “ParcoColosseo”, per iOS o Android, su cui trovare introduzioni ai percorsi tematici, suggerimenti per la visita e strumenti utili alla prenotazione

 


Condividi

In occasione della riapertura al pubblico, il Parco Archeologico del Colosseo ha pensato a una formula di ingresso dedicata a chi ha qualche ora per una visita e vuole averne massimo vantaggio: un ingresso dalle 14 di ogni giorno fino alla chiusura.

La soluzione consente di visitare l’Arena del Colosseo, il Foro Romano e il Colle Palatino dopo una giornata di lavoro, o una mattina trascorsa altrove. Anche in questo caso, è necessario prenotare il proprio accesso online, così che il Parco Archeologico possa garantire la massima sicurezza ai propri visitatori.

Durante un pomeriggio al PArCo  è possibile godere di raggiungere il cuore del Colosseo, raggiungendo il piano dell’arena, sostare nei pressi della prima stazione della via Crucis, e raggiungere il settore del podio che accoglieva il palco della famiglia imperiale. Oltre la piazza, e via dei Fori Imperiali, varcato l’ingresso di largo della Salara Vecchia sarà possibile camminare lungo il basolato della Via Sacra e raggiungere i palazzi imperiali sul Palatino, muovendosi tra gli ambienti della Domus Flavia e le architetture dello Stadio di Domiziano.

Ogni passo sarà accompagnato dal profumo dell’alloro e dal verde delle piante di acanto, che costeggiano i percorsi lungo le pendici del Colle: il patrimonio monumentale dell’area archeologica centrale convive con un patrimonio botanico di straordinaria ricchezza, un polmone verde nel cuore della città, che dalle geometrie degli Horti Farnesiani alle silhouette dei pini marittimi alle spalle della Domus Tiberiana accompagna chi voglia concludere la propria giornata tra le testimonianze monumentali alle origini della cultura occidentale.