Mirabilia

Il Tempio di Romolo

Foro Romano

Sul Tempio di Romolo sono state avanzate numerose ipotesi ma, la più nota è quella secondo la quale l’imperatore Massenzio avrebbe riutilizzato l’edificio come tempio dedicato al figlio, Valerio Romolo, morto nel 309 e divinizzato. Nella rotonda si succedono diversi cicli di decorazioni parietali: alla metà del XIII secolo possono essere assegnate pitture a imitazione di tendaggi o velari che in origine decoravano le pareti. Nella nicchia sulla sinistra è rappresentato Cristo in trono tra Maria Maddalena e Maria Salomè. A sinistra dell’ingresso è conservato un monumento funerario costituito da un tabernacolo con al centro la Madonna in trono con Bambino tra i Santi Medici: il dipinto è attribuito a Jacopo Torriti ed è databile alla fine del XIII secolo.

Visitabile con biglietto S.U.P.E.R.

Nel corso della mostra Roma Universalis il Tempio di Romolo sarà accessibile a tutti i visitatori rispettando il contingentamento necessario a garantire la fruizione ottimale.