L’arco di Settimio Severo. Un progetto di restauro ecosostenibile.

Il “PArCo Green” coinvolge anche le attività di restauro: infatti nel restauro dell’arco di Settimio Severo, su iniziativa del restauratore Alessandro Lugari, sarà sperimentato il processo di ristabilimento della coesione con bio-consolidamento tramite batteri carbonatogeni. Il sistema sviluppato dall’Università di Granada, in particolare, non richiede l’applicazione di microrganismi ma si basa sull’utilizzo del formulato Mixostone, in grado di stimolare l’attività calcinogenica degli ecosistemi microbici che spontaneamente s’instaurano nei materiali lapidei. Tale metodo di bioconsolidamento è potenzialmente più agevole nell’uso rispetto a quelli che richiedono l’applicazione di batteri e interpreta al massimo il criterio ecologico del biorestauro in quanto permette di ottenere il risanamento della pietra sfruttando il potenziale metabolico intrinseco del materiale.