Insieme per il Giardino Farnesiano

Gli Horti Farnesiani esprimono il genius loci di uno degli esempi più belli di arte dei giardini del Rinascimento in una straordinaria collocazione nel cuore di Roma, nel Parco archeologico del Colosseo: il giardino si trova infatti sulla sommità del colle Palatino e insiste sulle strutture dell’antica Domus Tiberiana, considerata il primo vero palazzo imperiale.
Oltre a una evidente importanza storica e monumentale, il Giardino Farnesiano, tra i più famosi orti botanici impiantati a partire dal Seicento dalle ricche famiglie romane spinte da interesse scientifico e passione, ha un grande valore ambientale in virtù del patrimonio vegetale e arboreo in esso presente; esso è frutto degli interventi effettuati dagli archeologi Pietro Rosa e Giacomo Boni tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento al termine di intense e numerose campagne di scavi archeologici che, nei secoli, avevano reso brulla tutta l’area. Gli attuali interventi di restauro, conservazione e valorizzazione, conclusi ad aprile 2022, ispirati al concetto del giardino storico seicentesco, luogo “di delizie” e “collezione di rarità botaniche”, hanno riproposto la messa a dimora di alcuni arbusti, oggi consueti, che al tempo assumevano aspetti di eccezionalità e ricerca.

UN NUOVO PROGETTO DI CROWDFUNDING

Per completare questo importante lavoro il Parco archeologico del Colosseo lancia un progetto di crowdfunding.
Sarà possibile donare direttamente attraverso il sito, dalla pagina dedicata al progetto, per contribuire al completamento dei lavori e costruire un percorso di scoperta per avvicinare adulti e bambini al fantastico viaggio che nel Seicento portò sul Palatino piante, semi, bulbi rari e sconosciuti. Un itinerario botanico nel cuore degli Horti Farnesiani condurrà alla scoperta di specie originarie di lontani paesi arrivate nei giardini d’Europa per lo stupore degli illustri ospiti di ricchi committenti, le stesse descritte nel 1625 dal prefetto dei Farnese Tobia Aldini nella monografia Exactissima Descriptio Rarorium Quarundam Plantarum quae continentur Romae in Horto Farnesiano.
Con il contributo dei nostri sostenitori realizzeremo un sentiero sinuoso in cui la storia diventerà gioco attraverso le sensazioni tattili e piccoli sipari creeranno vari ambiti di colore e profumo in cui ogni pianta, così riscoperta, tornerà a primeggiare nella sua unicità e a destare sorpresa. A farci tornare a rivivere lo spirito festoso e ludico dei giardini rinascimentali sarà lo scherzo d’acqua che, come un folletto dispettoso, scaturirà a “tradimento” tra la vegetazione.

 

COSA REALIZZEREMO CON LE DONAZIONI

– Rimozione e collocamento in vaseria della vegetazione arbustiva e erbacea vecchio impianto
– Eliminazione cordolo in cemento di fondazione superfetazione vecchio impianto
– Rilievo quote
– Livellamento terreno
– Costipazione preparatoria del percorso mq 115 €
– Preparazione del piano di impianto con terriccio da giardino secondo le differenti necessità degli arbusti o erbacee da mettere a dimora
– Impianto di irrigazione su mq 500,00
– Sistemazione della parte idraulica dello scherzo d’acqua
– Piantagione arbusti/ erbacee (nel periodo stagionale)
– Potature di contenimento alberature€ 3.000,00
– Sistemazione dei vialetti in doghe di castagno idonei per tutti i tipi di utenze su mq 95
– Realizzazione di totem in acciaio cor-ten
– Fornitura e messa in opera di listoni in legno di castagno h. cm 210 L. cm 8 spess. cm 0,5 con ancoraggio in cordolo interrato e ganci di collegamento a diverse altezze

 

 

Progetto Giardino Farnesiano: il rendering

 

 

Progetto Giardino Farnesiano: le essenze da mettere a dimora